ISCRIZIONI CENTRO STUDI ALTO VASTESE

Categorie

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Uno stormo di 122 nibbi reali vola nell’alto Sinello

122 nibbi reali alto vasteseUno stormo di 122 nibbi reali (Milvus milvus) è stato avvistato vicino alla Montagnola di Atessa, tra Carpineto Sinello, Casalanguida, Guilmi e Montazzoli. L’osservazione, di eccezionale valore scientifico, è stata effettuata in occasione di un importante censimento europeo, tenutosi l’ 8 e 9 gennaio 2011.
Autori del fortunato scatto, Stefano Allavena presidente della LIPU Abruzzo, Mario Pellegrini, direttore della Riserva Lago di Serranella e Aurelio Manzi, naturalista e studioso del paesaggio.

In Abruzzo il nibbio reale vive solo nella provincia di Chieti, tra la Valle del Trigno e la Valle del Sangro, dove si concentrano circa 400 esemplari,  una delle maggiori popolazioni  d’Italia.

Per questo motivo, l’Alto Vastese e i Monti Frentani sono stati inseriti nell’elenco europeo delle IBA (Important Bird Area), cioè fra le zone più importanti d’Europa per la conservazione delle specie minacciate di estinzione. “E’ curioso“,  fa notare Pellegrini “che la popolazione italiana di questa specie non vada più a Nord della provincia di Chieti“.

Attualmente la sopravvivenza di questa specie è messa in pericolo dalle centrali eoliche, già enormemente diffuse nel sud Abruzzo.
Sono in progetto altre centrali eoliche ad Atessa, Montenerodomo, Pizzoferrato, Civitaluparella, Montelapiano, Torrebruna, Castelguidone, San Giovanni Lipioni e Celenza sul Trigno che “sono una minaccia reale non solo per il nibbio, ma anche per gli altri rapaci come i grifoni”, avverte Allavena.

Infatti si moltiplicano, sul web, le foto e i video che attestano gli impatti mortali con i rotori degli aerogeneratori.

L’incredibile osservazione dimostra, ancora una volta, ciò che sosteniamo con grande convinzione dalle pagine del nostro blog: nell’area compresa tra il Trigno e il Sinello è necessario istituire una Parco Naturale Regionale o Nazionale per la tutela delle importantissime specie presenti e per trovare forme di sviluppo veramente compatibili con l’ambiente.

L’articolo “Stormo di nibbi reali vola nell’alto Sinello” è stato pubblicato su “il Centro” del 14/01/2011,  pag. 15;  Autore: Gino Melchiorre.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Il nibbio reale, simbolo del vastese e della Valle del Trigno. Specie a rischio di estinzione senza alcuna tutela

L’impatto delle centrali eoliche sul Nibbio reale. Uno studio inedito a cura di Alessio Massari