ISCRIZIONI CENTRO STUDI ALTO VASTESE

Categorie

Maggio: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Il Borgo fortificato di San Giovanni Lipioni (CH)

Borgo fortificato di San Giovanni LipioniTipologia: Cerchia urbana con castello e palazzo fortificato.

Ubicazione: Centro storico del paese.

Utilizzazione: Fruibile, adibito a abitazioni, attività commerciali e servizi.

Epoca di costruzione: secc. XIII-XIV.

Stato di conservazione: borgo fortificato: parzialmente integro. Castello: rudere. Palazzo fortificato: traccia storica e resti architettonici.

Descrizione. La cerchia urbana di San Giovanni ripete lo schema dell’insediamento di crinale “con sviluppo a pettine bifrontale con isolati disposti perpendicolarmente ad un asse mediano” con asse Nord-Sud. L’asse mediano corrisponde ancora oggi a due importanti edifici architettonici: la chiesa parrocchiale (a Nord) ed il Palazzo Lozzi-Grosso. La prima, secondo la memoria locale, una volta doveva essere unita attraverso un sottopassaggio arcuato, forse la porta urbica “da Capo”, con il palazzo baronale Marinelli (subentrati ai Caracciolo nel XVIII secolo) non più esistente. Nel Palazzo Lozzi-Grosso (secc. XVIII-XIX) sopravvive un sottopassaggio arcuato, e doveva esserci la porta urbica “da Piedi”. Lo schema insediativo così preciso fa pensare ad una “intenzionalità preordinatrice” che non lascia niente al caso come in altri centri e viene fatta risalire ad una normalizzazione “secondo criteri tipici della tecnica urbanistica angioina nell’ambito della francesizzazione forzosa del territorio chemirava a sradicare vecchie consuetudini […] (V. Furlani, cfr. bibliografia). Del borgo fortificato di San Giovanni Lipioni vengono ricordate più volte le mura urbichein documenti ottocenteschi con toponimi, come ad esempio: “orto della corte sotto le mura” e “via sotto le mura” (L. Picciani, cfr. bibliografia). Ancora oggi sono visibili, in modo particolare in quasi tutti i lati (tranne parte dell’area ad Ovest sul fianco della Chiesa oggetto in passato di demolizioni e movimenti franosi), murature a scarpa e archi di sostegno delle case-mura, mentre l’interno del paese presenta più chedelle strade dei collegamenti di servizio della struttura urbanafortificata con sottoportici, gradinate, passaggi arcuati, sotterranei.
A San Giovanni, a differenza degli altri centri, sono ancora presenti dei manufatti lapidei erratici del XIV secolo murati nella parrocchiale, che contribuiscono a datare il borgo. Il materiale costruttivo principale è la pietra calcarea: grossolanamente sbozzata per gli apparati murari, ben sagomata per talune murature a scarpa, archi e cantonali d’angolo. Per i portali è, invece, utilizzato, oltre che la pietra il laterizio. (M. Ma.)

Bibliografia:

Le informazioni relative all’epoca di costruzione, alle successive trasformazioni dell’impianto e allo stato di conservazione sono state attinte da:
– G. Chiarizia, Schedatura analitica delle opere fortificate abruzzesi, in Abruzzo dei Castelli (cfr. bibliografia);
– G. Chiarizia, Elenco delle fortificazioni, in Atlante dei Castelli d’Abruzzo (cfr. bibliografia).
Queste pubblicazioni sono il frutto editoriale del trentennale lavoro di ricerca della sezione abruzzese dell’Istituto Italiano dei Castelli. Va, inoltre, specificato il fatto chedurante i sopralluoghi e a seguito di un indagine conoscitiva svolta sul territorio delVastese, sono stati aggiunti, ove possibile, ulteriori dati.

– Abruzzo dei Castelli. Gli insediamenti fortificati abruzzesi dagli Italici all’Unità d’Italia, Pescara, 1993;
– Atlante dei Castelli d’Abruzzo. Repertorio sistematico delle fortificazioni, Pescara, 2002;
– V. Furlani, Studio e progetto difattibilità recupero e valorizzazione centri storici recupero e sviluppoartigianato tipico. Comunità Montana Alto Vastese, Schedatura Analitica parte II, Chieti, 1993;
– V. Furlani, Centri Storici. Interpretazione dei processi storico formativi e della dinamica aggregativi, Provincia di Chieti Assessorato Assetto del Territorio Settore V Urbanistica e Pianificazione territoriale, CD-Rom, s.d. [ma 1998-99];
– V. Furlani, Itinerario vastese. Brevi indirizzi preliminari alla conoscenza dl territorio, Vasto, 1999;
– L. Picciani, San Giovanni Lipioni. Sulle orme dei padri, Bucchianico, 1995.

Fonte:le informazioni sono state tratte del sito: www.trignosinelloturismo.it/. Molto interessante anche il sito  http://sangiovannilipioni.jimdo.com/dimore-storiche/palazzo-lozzi/ con foto e materiale inedito su palazzo Lozzi, palazzo Rossi e gli altri siti storici diSan Giovanni Lipioni.