ISCRIZIONI CENTRO STUDI ALTO VASTESE

Categorie

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Il Medioevo nella bassa Valle del Trigno: il castello di Ripalta. Un saggio di Davide Aquilano

ripalta vecchia

Ripalta vecchia e i ruderi del castello del X secolo

 

Ripalta Vecchia è una collina posta nei pressi di Mafalda (Campobasso), dove la tradizione locale vuole che un tempo esistesse il villaggio di Ripalta, abbandonato a causa di un assalto dei ‘formiconi’.

Questi avrebbero costretto la popolazione locale a trasferirsi sulla collina su cui sorge l’odierno paese, che nel 1902 ha mutato il proprio nome da Ripalta a Mafalda, in occasione della nascita dell’omonima principessa di casa Savoia.

I resti presenti sulla collina di Ripalta Vecchia potrebbero appartenere ad uno dei cinque castelli sorti ad opera di Montecassino nella seconda metà del X secolo nella bassa valle del Trigno, da identificare con Ripa Mala o Ripa de Ursa.

Il sito  di Ripalta Vecchia è stato oggetto di indagini archeologiche, iniziate nel 2001 per iniziativa della cattedra di Archeologia Medievale dell’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti, sono riprese nel 2006 sotto direzione di Davide Aquilano e di Maria Carla Somma e la collaborazione di Katia Di Penta.

L’archeologo Davide Aquilano nel 2010 ha pubblicato un’accurata relazione dal titolo Il castello di Ripalta: un caso di incastellamento fallito nella bassa Valle del Trigno, apparso nella raccolta di saggi Il Molise medievale archeologia e arte a cura di Carlo Ebanista e Alessio Monciatti.

La relazione è un’interessante ricostruzione del quadro storico degli insediamenti medievali nella bassa Valle del Trigno e delle signorie fondiarie laiche e religiose che dominarono l’area costiera compresa fra il Trigno e il Biferno.

Lo studioso spiega che “il valore delle terre costiere salì notevolmente, perché trainata dal nuovo impulso derivante dall’egemonia mercantile che Venezia aveva imposto sull’Adriatico nel corso del X secolo, ponendo le basi per la nascita e lo sviluppo dei traffici mercantili ed aprendo prospettive allettanti per la produzione ed i mercati locali.

In questo contesto si inserisce anche i ritrovamenti rinvenuti nel sito archeologico di Ripalta Vecchia che, possono “offrire informazioni abbondanti, ben stratificate e non inquinate dalla continuità di vita e quindi in grado di rispondere a quelle domande che la ricostruzione storica pone allo studio della cultura materiale“.

Suggeriamo la lettura completa del saggio di Davide Aquilano.

DOWNLOAD: Il castello di Ripalta:  un caso di incastellamento fallito nella bassa Valle del Trigno di Davide Aquilano

Approfondimenti

Risorse ambientali e storiche del comune di Mafalda (CB)

Articolo di Ivan Serafini – Foto tratta dal sito web del comune di Mafalda