Categorie

Calendario

ottobre: 2012
L M M G V S D
« set    
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31  

Archivi

Segnalato su:

Meta

Stampa Stampa

L’Atlante dei Prodotti tradizionali d’Abruzzo. On-line il portale dell’ARSSA su 144 piatti tipici, vini e prodotti tradizionali abruzzesi.

Enogastronia. L’ARSSA ha pubblicato sul suo sito l’Atlante dei Prodotti tradizionali d’Abruzzo, un ricco portale on-line che è una vera miniera per scoprire e approfondire i piatti tipici, i vini i prodotti D.O.P. e I.G.P. della Regione Abruzzo.

Il portale descrive caratteristiche, luoghi e tecniche di preparazione di 144 prodotti tradizionali abruzzesi, appartenenti a tutte le classi alimentari (paste fresche, carni, formaggi, pesce, verdure, dolci, liquori ecc.).  

L’Abruzzo, infatti, vanta un patrimonio alimentare e gastronomico di incredibile varietà e originalità, frutto di lavorazioni artigianali, tramandate di generazione in generazione.

Tra le specialità dell’Abruzzo meritano un posto d’onore i salumi da taglio come la ventricina del medio e alto Vastese, considerata tra i migliori salumi d’Italia,  le mortadelline di Campotosto, il salame aquilano, il salsicciotto frentano, le salsicce di carne e di fegato (anche condite con miele e peperoncino) e la ventricina teramana (spalmabile).

Nell’entroterra, si trovano prodotti di grande pregio: i tartufi (sia bianchi che neri) di cui l’Abruzzo è tra i più importanti produttori in Italia; lo zafferano dell’Aquila prodotto nel particolare microclima dell’altopiano di Navelli; le lenticchie di Santo Stefano di Sessanio; l’aglio rosso di Sulmona nella Valle Peligna; i carciofi di Cupello nel vastese; le patate e le carote del Fucino. Le incontaminate zone montane e pedemontane, ricche di erbe aromatiche e di fiori, sono l’ambiente ideale per l’importante produzione di miele, nonché per quella di foraggi naturali che consentono di ottenere una straordinaria varietà di formaggi di varie stagionature e diversa provenienza, come i pecorini e le ricotte di Farindola, di Castel del Monte, di Scanno o Atri (per citare solo le zone più conosciute), o come le caciotte e i caciocavalli della zona frentana, dell’alta Valle Peligna e dell’alto Sangro.

Legati alle feste e alle tradizioni locali sono poi i dolci tipici come le neole, la pizza dolce (pan di spagna con crema e cioccolato), i bocconotti lancianesi e teramani, i confetti di Sulmona, i vari torroni e le diverse versioni del pan rozzo celebrato da Gabriele d’Annunzio, magari da abbinare a un bicchierino di tradizionale vino cotto, di ratafià, di liquore alla genziana o di Centerbe di Tocco da Casauria.

Insomma ce n’è per tutti i gusti! Non vi resta che scoprire il portale dell’ARSSA in tutta la sua ricchezza e…golosità.

Trovate l’ Atlante dei Prodotti tradizionali d’Abruzzo al seguente link:

http://www.arssa.abruzzo.it/atlanteprodotti/home.php?lang=0

Abruzzo: Atlas of Traditional Products (English version):

http://www.arssa.abruzzo.it/atlanteprodotti/home.php?lang=1

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML